Sicurezza e Difesa europea dopo la Brexit:

Post-Brexit: è necessario un approccio pragmatico per la politica estera e di sicurezza europea

PM visit to Brussels by No 10 via Flickr CC BY

Secondo le conclusioni dello European Reflection Group, promosso da ECFR e composto da Marta Dassù, Wolfgang Ischinger, Pierre Vimont e Robert Cooper, è necessaria una nuova partnership UE-Regno Unito che rafforzi la sicurezza ed il potere dell’Europa nel mondo.

 

Durante il Consiglio Europeo di questa settimana, i leader europei stabiliranno le regole di transizione per quando il Regno Unito sarà uscito dall’UE. Il rapporto ECFR “Keeping Europe safe after Brexit” sostiene la necessità di un periodo di transizione anche nel settore della sicurezza intra-europea, per garantire che la cooperazione non diventi impossibile dopo marzo 2019.

 

Gli autori del rapporto propongono un trattato su sicurezza interna e rafforzamento della legislazione esistente, da implementare una volta terminato il periodo di transizione.

Dopo la Brexit, per garantire la sicurezza europea, ci sarà bisogno di regole flessibili che incoraggino la cooperazione UE-Regno Unito. Le dinamiche dei negoziati sulla Brexit non dovrebbero infatti ridurre le possibilità di un accordo creativo, di cui beneficerebbero tutte le parti coinvolte.