Francia: alla guida della politica europea in Medio Oriente?

Le ambizioni del Presidente Macron nella regione rappresentano infatti un’opportunità per la Francia per mettersi alla guida della strategia europea

ECFR Alumni · Head, ECFR Paris
Senior Policy Fellow
John Spooner via Flickr CC BY

Pro-attiva nel Golfo, stratega nel Levante e potenza dominante nel Maghreb: questa è la Francia di oggi in Medio Oriente secondo Manuel Lafont Rapnouil, Direttore dell’Ufficio di Parigi di ECFR.

Il nuovo rapporto ECFR “Alone in the Desert? How France can lead Europe in the Middle East” analizza il pensiero strategico dietro la politica francese nella regione mediorientale, vista da Parigi come un palcoscenico per politica estera e grandi giochi di potere e come opportunità per influenzare le politiche globali e superare i propri limiti.

I partner della Francia si chiedono ora se Parigi sia in grado di guardare oltre la tradizionale politica estera francese fondata su interessi nazionali.

Le ambizioni del Presidente Macron nella regione rappresentano infatti un’opportunità per la Francia per mettersi alla guida della strategia europea.

La Francia è nella giusta posizione per guidare una politica estera europea per il Medio oriente più assertiva e comprensiva. Tuttavia, è necessario che Macron cambi il proprio approccio e riunisca insieme gli altri stati europei tra cui Germania, Italia, Spagna e, malgrado la Brexit, il Regno Unito”.