Dare una sola voce all’Europa nel mondo

L'ECFR ? appena nato in Europa per offrire a tutti quegli europei convinti che serva un'Europa forte, attiva, e coesa nel mondo, uno strumento nuovo e moderno che li aiuti a trasformare questa convinzione in realt?

Former Foreign Minister and Former Minister for International Trade and European Affairs of Italy

L’ECFR è appena nato in Europa per offrire a tutti quegli europei convinti che serva un’Europa forte, attiva, e coesa nel mondo, uno strumento nuovo e moderno che li aiuti a trasformare questa convinzione in realtà.

L’ECFR è partito con 50 personalità europee che hanno accettato di non essere solo dei testimonial, ma di impegnarsi attivamente, ciascuna nel lavoro che svolge ogni giorno, per portare avanti questo sogno comune di avere un’Europa all’altezza dei “tempi moderni”, come li chiamava Chaplin, o dei “tempi globali”, come li potremmo chiamare noi. Un’Europa capace non solo di promuovere i suoi valori e il suo modello – e cioè la sua esperienza di pace, prosperità e solidarietà – ma anche di difendere i propri interessi.

L’ECFR vorrebbe che l’Europa parlasse con una sola voce e contribuisse attivamente ad offrire una soluzione a situazioni critiche, dal Kosovo, all’Iran, al Darfur, senza dimenticare il dramma birmano di questi ultimi giorni. Così come vorrebbe che desse, più in generale, il suo contributo decisivo al governo del mondo.

L’ECFR come un nuovo pensatoio, quindi, perché mai come in questo momento in Europa abbiamo bisogno di idee fresche, di essere creativi, di immaginare vie alternative, originali, efficaci. E l’ECFR come una nuova coalizione, per fare advocacy, e premere così su tutti gli attori coinvolti, affinché la nostra Unione non affronti il futuro con le mani sugli occhi.

Emma Bonino, Ministro per il Commercio Internazionale e per le Politiche Europee, e’ uno dei membri fondatori dell’ECFR

Lasciate i vostri commenti sul sito ufficiale del Dipartimento politiche comunitarie del Governo italiano

The European Council on Foreign Relations does not take collective positions. ECFR publications only represent the views of its individual authors.

Author

Former Foreign Minister and Former Minister for International Trade and European Affairs of Italy