10 proposte per cambiare la Politica Europea di Vicinato

Dieci punti per migliorare l'approccio europeo al vicinato meridionale e occidentale

10 proposte per la politica europea di vicinato:

1

Trasferire risorse e sforzi da programmi bilaterali a iniziative tematiche/regionali;

2

Considerare la PEV più come  un insieme di strumenti (accordi di scambio, sostegno finanziario etc.), piuttosto che una politica, da utilizzare in un “vicinato” concepito in maniera più flessibile;

3

Distinguere tra vicinato orientale e meridionale, con due diversi Commissari che agiscano da delegati dell’Alto Rappresentante;

4

Condurre valutazioni  che riconsiderino gli interessi europei all’origine, gli obiettivi e le strategie europee con riferimento a due scenari: cosa vogliamo veramente dai paesi del vicinato? Come bilanciare le differenti preoccupazioni europee?

5

Misurarsi con la sfida russa all’ “ordine europeo”, fornendo  al governo di Kiev  un sostegno economico e finanziario  commisurato alle sfide che sta affrontando;

6

Concentrarsi sull’emergenza immigrazione e rifugiati e includere  Sahel e  Corno d’Africa in una più ampia strategia per il Mediterraneo meridionale. Questo significherà  dare la priorità a  (a meno che e finché non si trovi un piano per risolvere la questione siriana e libica):

  • Libano, Giordania e Turchia, paesi d’accoglienza della maggior parte dei rifugiati siriani;
  • Tunisia, in quanto modello ed esempio (e paese che accoglie rifugiati libici);
  • Sahel e oltre,  a cui destinare forze e risorse (incluso il sostegno finanziario per le operazioni   PSDC);

7

Rilanciare il coinvolgimento della Turchia, in quanto potenza regionale;

8

Abbandonare l’illusione di una condizionalità perfetta. Prendere decisioni strategiche su chi intendiamo aiutare, per quali ragioni e in quali termini. Utilizzare lo European Endowment for Democracy per il suo reale scopo, riducendo i negoziati improduttivi tra  governi;

9

Mappare gli interessi e le priorità di ciascun stato membroall’interno di una più ampia area di vicinato;

10

Nessuna decisione sulla PEV dovrebbe essere presa  prima della conclusione della revisione 2016 della strategia estera a cura dell’Alto Rappresentante Mogherini.

 

 

DOWNLOAD: PDF

Per maggiori informazioni: “Un nuovo approccio europeo per il Vicinato“, di Susi Dennison & Nick Witney