International Crisis Group premia Emma Bonino per il suo impegno nella lotta contro le ingiustizie nel mondo

Emma Bonino riceve il Premio Fred Cuny for the Prevention of Deadly Conflict Il premio ad Emma Bonino, consegnato dal filantropo George Soros,…

Emma Bonino riceve il Premio Fred Cuny for the Prevention of Deadly Conflict

Il premio ad Emma Bonino, consegnato dal filantropo George Soros, membro onorario di Crisis Group, è un riconoscimento per il suo impegno instancabile a favore degli interventi umanitari e politici nei contesti di crisi. In qualità di Commissario europeo per gli aiuti umanitari durante gli anni ’90, Bonino ha combattuto per attirare l’attenzione internazionale sulle crisi nella regione dei Grandi Laghi in Africa e nei Balcani. Più tardi, ha fondato l’ONG Non c’è Pace Senza Giustizia, ed è stata tra i principali fautori della creazione di una corte speciale per processare i crimini commessi nella ex-Jugoslavia. Bonino è anche una pioniera nella promozione dei diritti delle donne. É stata nominata membro onorario di Crisi Group nel 2008. Attiva nel Partito Radicale Transnazionale italiano, è stata Ministro degli Esteri italiano dall’aprile 2013 al febbraio 2014.

Gli altri sei leader di eccezione premiati quest’anno, che segna il ventesimo anniversario dell’impegno di Crisis Group nella prevenzione e risoluzione dei conflitti nel mondo, sono Sir Richard Branson, Béji Caïd Essebsi, Rached Ghannouchi, Gareth Evans, Babatunde Fashola, and Sadako Ogata.